• Dal
    1918
  • Produzione
    100.000
  • Coltivati
    33

La storia risale al 1625, e probabilmente anche oltre, quando la famiglia Cattier iniziò a piantare viti a Chigny-les-Roses, nel cuore della Montagne de Reims. Avanti veloce al 1916, quando Jean Cattier tornò a Chigny-les-Roses come un veterano ferito della Grande Guerra. La città di Reims era sotto assedio da parte dell’esercito tedesco, scossa da un assalto di proiettili di artiglieria che avrebbe distrutto il 60% della città. I commercianti di champagne hanno cercato di mantenere le loro attività in queste condizioni difficili, ma è stata una lotta in salita. Incapace di vendere il suo scarso raccolto nel 1916, Jean Cattier decise di trasformare le sue uve in vino e produrre il proprio champagne, rilasciato alla fine della guerra nel 1918. Ciò segnò la nascita dello champagne Cattier. Nel 1936, suo figlio Jean Cattier sposò Nelly Adam. Dal matrimonio nacquero tre figli, Jean- Louis, Liliane e Jean-Jacques. Hanno lavorato per costruire l’attività e trasmettere ai loro figli la passione per lo champagne e un’azienda fiorente. All’inizio degli anni ’60, Jean-Louis rilevò le vigne. Poco dopo, nel 1971, il fratello enologo Jean-Jacques prese le redini della cantina per poi occuparsi della parte amministrativa e commerciale dell’azienda. Nel 1950, Jean Cattier acquistò il Clos du Moulin, uno dei pochissimi vigneti storici recintati (“Clos”) della regione (insieme al Clos des Goisses). La loro prima vendemmia nel nuovo vigneto avvenne nel 1951, che fu imbottigliata nel 1952 e immessa sul mercato nel 1956. Questo fu un momento pionieristico nella storia dello champagne, con uno dei primi champagne Clos monovitigno.

Video

Location