• Dal
    2006
  • Produzione
    13.000
  • Coltivati
    10

L’incantevole paesaggio della Tuscia: bellezza della natura a perdita d’occhio, le onde del Mare Mediterraneo, distese di vigne sulle colline e i monti appena dietro, all’orizzonte. È subito chiaro che una terra così meravigliosa, possa dare vita soltanto a cose speciali. L’unione tra sentimento e bellezza è il vero segreto che si nasconde dietro qualsiasi cosa di prezioso. Questa terra, con il suo impasto argilloso, è infatti madre di eccellenti vini e non potrebbe essere altrimenti per Habemus, vino nato dalle succose uve cresciute qui, sopra queste colline, sotto il calore del sole e mitigate dalle morbide brezze del Tirreno che assicura un clima asciutto e temperato. Habemus è stato concepito come un vino dalla spiccata personalità, senza compromessi, cominciando proprio dalla scelta di un blend di tre diversi vitigni: Grenache, Syrah, Carignan. Grenache e Carignan sono coltivati nell’intero bacino del Mediterraneo e sono arrivati in Italia con la pastorizia dalla Spagna, la Francia, le isole, insieme alla tradizionale coltivazione ad alberello, qui innovata. Ecco perché oggi vengono considerate delle varietà d’uva autoctone. Il Syrah è diffuso nell’intera penisola e completa il blend secondo lo schema più tipico della Valle del Rodano. I vigneti sono organizzati ad altissima densità d’impianto, undici mila piante per ettaro. La bassa resa di uva – 25 quintali per ettaro – e l’invecchiamento di 20 mesi in barriques nuove, garantiscono infine l’eccellenza di Habemus. Nella propria cantina – completamente sostenibile – mette poi concretamente in atto una serie di soluzioni dedicate alla conservazione dell’energia: tetti giardino, pareti e coperture ventilate e un sistema di controllo della tempe- ratura innovativo – senza l’impiego di alcun combustibile fossile – mediante la captazione di calore geotermico, in modo da avere un basso consumo di energia, interamente autoprodotta con un sistema fotovoltaico di tipo innovativo. Solo grazie a queste intuizioni e a una serie di congiunzioni astrali favorevoli, si ottiene un vino tanto ricco, che sor- prende con immediatezza, caratterizzato da un’amplissima dina- mica olfattiva che si allarga dalla china alla frutta nera sciroppata, con la nota dolce e ficcante dell’appassimento ben legata ai toni dolci del legno. Un gusto che si apre alla speziatura tipica delle caratteristiche varietali che, con tannini morbidissimi, si estendono fino alle note più aromatiche e prorompenti della garrigue mediterranea. In bocca, tanta polpa ed estratto vengono sorretti da una avvolgente salinità naturale e una fresca acidità verticale, che rendono Habemus un vino dalla grande godibilità immediata e allo stesso tempo da grande invec- chiamento. Tutte sensazioni, che restituiscono il piacere di sentirsi esattamente lì, circondati dalle vigne e sotto il sole, a respirare il profumo di salsedine mediterranea nell’aria e assaggiare la succosa polpa delle uve appena colte. Questo è possibile perché Habemus è un vino completamente naturale, che ha il dono di ricevere tutte le cure e le attenzioni di una azienda, la San Giovenale, che produce solo questo vino, quale sincera espressione della ricchezza e della complessità del suo territorio incontaminato.

Video

Location